LA TURCHIA OGGI: crocevia di rapporti tra oriente ed occidente, tra religione cristiana e religione musulmana

Martedì 02 aprile 2019 ore 18.15
Sala convegni – Hotel Bologna
Via Piave 214
Venezia Mestre

Se v’è un paese ove si concentra una gran parte delle questioni del nostro tempo questa è la Turchia.
Dai complessi rapporti tra Oriente ed Occidente, con i loro riflessi geopolitici e militari, ai rapporti tra cristianità e Islam, dai flussi migratori a mai risolti conflitti etnici, sono tutte questioni che investono questo paese in modo drammatico.
Senza contare che il sentirsi eredi di un grande impero, quale fu quello ottomano, spesso non semplifica la risoluzione dei problemi.
Risulta perciò oltremodo interessante ascoltare la testimonianza di chi all’interno di quella terra, su incarico di Papa Francesco, svolge dal 2015 una missione particolarmente delicata e significativa.

Introduce
Silvia Oliva
Segretario Ricerca Fondazione Nord Est
Consigliere di FONDACO EUROPA

Interviene
Padre Paolo Bizzeti S.J.
Vicario Apostolico di Anatolia

#uneuropapernoi

Anche FONDACO EUROPA aderisce all’iniziativa lanciata da Romano Prodi di esporre, il prossimo 21 marzo, le bandiere dell’Italia e dell’UE all finestre.

Riappropriamoci di questa Europa, dei suoi simboli e soprattutto dei suoi valori. Riscopriamo il sentimento europeista che ha portato i padri fondatori a dare avvio al progetto di integrazione. Il prossimo 21 marzo, dimostriamo insieme che esiste un’Italia che spera ancora in un’Europa unita!

http://www.romanoprodi.it/notizie/prodi-alla-campagna-delle-bandiere_15620.html

Europa e Italia: capire la paura e ritrovare il coraggio

Venerdì 22 febbraio 2019 ore 17.30
Auditorium Città Metropolitana
Via Forte Marghera, 191
Venezia Mestre

Il futuro dell’Occidente, dell’Europa e del nostro paese è contrassegnato da incertezze profonde. I processi di globalizzazione, i fenomeni migratori e l’impetuoso sviluppo delle nuove tecnologie allargano le disuguaglianze e mettono a dura prova le nostre democrazie. Può essere fermata l’onda che potrebbe travolgere il processo di unificazione europea?
Quali iniziative mettere in campo per preservare un futuro di pace e sviluppo alle nostre comunità?
Abbiamo rivolto queste impegnative domande a persone di diverso profilo, istituzionale, scientifico e imprenditoriale, affidando le conclusioni ad un politologo e a Carlo Calenda, già Ministro dello Sviluppo Economico, protagonista dell’iniziativa Siamo Europei.

Presiede
Arcangelo Boldrin
Presidente di FONDACO EUROPA

Introduce
Pier Paolo Baretta
Presidente di ReS – Riformismo e Solidarietà

Intervengono
Alberto Baban
Imprenditore, Presidente di VeNetWork SpA
Paolo Collini
Economista, Rettore dell’Università di Trento
Andrea Ferrazzi
Senatore

Concludono
Sergio Fabbrini
Politologo, Docente all’Università LUISS di Roma
e alla University of California di Berkeley
Carlo Calenda
Siamo Europei

Si prega di confermare la propria partecipazione alla mail info@fondacoeuropa.eu

L’Unione Europea tra populismi e nuove tensioni nel Mediterraneo – Mercoledì 5 Dicembre 2018 – San Stino di Livenza

Mercoledì 5 dicembre 2018
Ore 20.30
Sala Consiliare del Comune di San Stino di Livenza
Piazza Aldo Moro 1

L’affermazione di visioni populiste e nazionalistiche rappresenta una delle sfide che l’Unione Europea è chiamata ad affrontare nel futuro prossimo.
Strettamente connesse a questi fenomeni sono le dinamiche che si stanno sviluppando attorno al Mediterraneo, area ove si gioca molta parte dei destini del mondo.
Risulta oltremodo importante per l’Europa e per il nostro paese capire i processi in atto: dai ruoli che intendono giocare le grandi potenze e i protagonisti dell’area, a come e per quali motivi i movimenti populisti e nazionalisti si stanno espandendo in tutto il continente europeo.

Saluti istituzionali

Presiede

Stefano Pellizzon
Vice Sindaco del Comune di San Stino di Livenza

Intervengono

Gianluca Toschi
Economista
Professore a contratto – Università di Padova

Mattia Zulianello
Politologo
Assegnista di ricerca – Università di Firenze

Arcangelo Boldrin
Presidente di FONDACO EUROPA

 

Con il Patrocinio del Comune di San Stino di Livenza

Si prega di confermare la propria partecipazione alla mail info@fondacoeuropa.eu

Materiale informativo convegno “Europa e Medio Oriente: dinamiche, rapporti e futuro”

In preparazione del convegno “Europa e Medio Oriente: dinamiche, rapporti e futuro” – Sabato 20 ottobre ore 10.00 presso Fondazione Querini Stampalia – Venezia Castello 5252,

abbiamo predisposto del materiale informativo,  si tratta di schede sintetiche  riguardanti alcuni dei Paesi oggetto di analisi da parte dei relatori: puoi leggerle cliccando sul bottone qui sotto.


Meteriale informativo

A presto.

Europa e Medio Oriente: dinamiche, rapporti e futuro

Il Medio Oriente è forse l’area del mondo in più grande cambiamento. Tre sembrano i fattori decisivi: la sconfitta territoriale (non ancora terroristica) di Daesh, le nuove dinamiche dell’Arabia Saudita, il ritiro degli USA dall’accordo con l’Iran sul nucleare. Sullo scenario mediorientale si gioca molta parte dei destini del mondo ed è oltremodo importante per l’Europa e per il nostro paese capire i processi in atto: le strategie del governo iraniano e saudita, i loro obiettivi in una futura crescente marginalità degli introiti petroliferi, la reazione degli altri protagonisti dell’area (in primis Israele) e delle potenze maggiori (Stati Uniti, Russia, Cina), il destino di minoranze come quella curda,  infine il ruolo dell’Unione Europea (ammesso che voglia o possa giocarne uno).
Su questi temi si confronteranno ricercatori, studiosi e un parlamentare, già Ministro dell’Interno.

Presiede
Arcangelo Boldrin
Presidente di FONDACO EUROPA

Introduce
Dario Fabbri
Ricercatore, consigliere scientifico di Limes
Le grandi potenze in Medio Oriente

Intervengono

Cinzia Bianco
Analista presso Gulf State Analitics
Nuove dinamiche nella regione del Golfo

Davide Assael
Filosofo, studioso del pensiero ebraico
Israele di fronte ai mutamenti in atto

Maria Luisa Fantappie
Ricercatrice, esperta delle regioni curde
Il futuro della causa curda

Concludono

Sergio Fabbrini
Politologo, Docente Università LUISS di Roma
Unione Europea: quale ruolo in Medio Oriente?

Marco Minniti
Parlamentare, già Ministro dell’Interno
Italia tra Europa, Mediterraneo e Medio Oriente

Si prega di confermare la propria partecipazione alla mail info@fondacoeuropa.eu

Europa e migrazioni – Mercoledì 9 maggio ore 17.30 – Caffè del cortile dell’Università Ca’ Foscari Venezia – Dorsoduro 3246

Come sai sul delicatissimo e complicato tema delle migrazioni si gioca molta parte del futuro della costruzione europea. Nell’incontro di cui al sottostante invito abbiamo cercato di mettere a confronto esperienze diverse: un ambasciatore, Luisella Pavan-Wolfe, due ricercatori che operano in ambiti diversi, Sara De Vido e Giovanni Carlo Bruno, uno studioso, Giuseppe Sciortino (autore del libro “Rebus immigrazione” – Ed. Il Mulino, di cui mi permetto di consigliarti la lettura) e una europarlamentare, Cécile Kyenge.

Mi raccomando, se ti è possibile, di non mancare.

Cordiali saluti.

Arcangelo Boldrin

Il futuro dell’Unione Europea: fra spinte centrifughe e crisi di legittimità

Ho il piacere di inviarti il programma della giornata di studi che il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e studi Internazionali dell’Università di Padova ha organizzato in collaborazione con FONDACO EUROPA.

Il tema è di grande respiro e di sicuro interesse, particolarmente in questo momento così delicato per il futuro dell’Unione Europea.

Spero di poterti incontrare in quella occasione.

Grazie dell’attenzione e a presto.

Arcangelo Boldrin

Presidente di FONDACO EUROPA

Europa e Mediterraneo: un mare di relazioni complesse

Lunedì 23 ottobre 2017 alle 20.30 a San Stino di Livenza il Presidente di Fondaco Europa, Arcangelo Boldrin, interverrà all’incontro “Europa e Mediterraneo”.

L’icontro sarà introdotto dall’On. Sara Moretto e dai saluti di Matteo Cappelleto sindaco di San Stino di Livenza.