Europa e Mediterraneo: un mare di relazioni complesse

Lunedì 23 ottobre 2017 alle 20.30 a San Stino di Livenza il Presidente di Fondaco Europa, Arcangelo Boldrin, interverrà all’incontro “Europa e Mediterraneo”.

L’icontro sarà introdotto dall’On. Sara Moretto e dai saluti di Matteo Cappelleto sindaco di San Stino di Livenza.

Il “governo” del mondo nell’era Trump: evoluzioni e dinamiche degli incontri G7, G8 e G20

Lunedì 28 novembre 2016 ore 18:00 – Sala Conferenze Università Ca’ Foscari
Venezia Mestre, Via Torino 155

A gennaio 2017 l’Italia assumerà la presidenza del G7, nello stesso anno la Germania presiederà il G20. Spetterà quindi a due paesi dell’Unione Europea guidare queste riunioni di vertice chiamate a dare indicazioni e a fornire un coordinamento internazionale su questioni e temi di interesse mondiale. Appare interessante offrire una panoramica su come questi incontri siano nel tempo cambiati, su quale sia oggi la loro capacità di incidere concretamente nelle diverse questioni e come possano essere influenzati dalla nuova presidenza degli Stati Uniti.
Tutto ciò anche alla luce dell’importanza che stanno assumendo paesi come la Cina, e i cosiddetti Brics, e della sempre più ampia connessione tra le diverse economie e i sistemi produttivi.

Arcangelo Boldrin
Presidente FONDACO EUROPA

———————————————————

Programma:

Saluto istituzionale

Fabrizio Marrella
Docente di Diritto Internazionale
Università Ca’ Foscari Venezia

Introduce e presiede

Silvia Oliva
Segretario alla ricerca di Fondazione Nord Est

Intervengono:

Antonio Armellini
Ambasciatore

Alberto Baban
Presidente Piccola Industria Confindustria

Andrea Goldstein
Managing Director Nomisma

UE, ASEAN E MERCOSUR – Il video dell’incontro

“UE, ASEAN E MERCOSUR di fronte alle nuove sfide del mondo: integrazioni al bivio”

Alzando lo sguardo oltre la dimensione europea ci accorgiamo che non solo l’UE, ma anche l’ASEAN nel far east e il MERCOSUR nell’America Latina sembrano incapaci di rispondere alle grandi sfide del mondo globalizzato.

Per quali ragioni vacillano i processi di integrazione fino ad oggi considerati lo strumento più adeguato a rispondere ai fenomeni globali quali migrazioni, terrorismo e crisi economiche?

Lo abbiamo chiesto ad una politologa, profonda conoscitrice dell’esperienza ASEAN, e a degli economisti che hanno studiato le dinamiche e le difficoltà del MERCOSUR, dell’Unione Europea e dei processi di globalizzazione.

Il video integrale del covegno.

Brexit: il convegno del 10 giugno a Venezia

“Brexit, cosa rischia l’Unione Europea”: è il tema del convegno, organizzato da Fondaco Europa, che si è tenuto a Palazzo Franchetti, sede dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti. Ne discutono David Sassoli, vicepresidente del Parlamento Ue, Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia e Sergio Fabbrini, politologo dell’Università Luiss di Roma. I lavori sono stati introdotti da Tiziana Lippiello, prorettore vicario dell’ Università di Ca’ Foscari.

Brexit: inizio della fine o inizio della rinascita

Qualche settimana fa avevamo tirato un sospiro di sollievo dopo il risultato delle elezioni presidenziali in Austria, stanotte ci eravamo coricati con notizie che sembravano preludere ad una vittoria del remain: il risveglio è stato scioccante.

Quello che si può dire è che questa battaglia è stata vinta dall’Europa della paura, dall’Europa degli egoismi, dall’Europa fiaccata da una troppo lunga crisi economica e sociale.

Ma si badi bene: si tratta appunto di una battaglia, non della guerra.

Ora sta a tutti noi, e in primis alle classi dirigenti, rimettere i cocci a posto: non sarà facile, ci vorrà pazienza, tenacia, sguardo lungo e anche gusto del rischio. Si, proprio quello sguardo lungo e gusto del rischio di cui sembrano difettare parte delle leadership politiche oggi alla guida dei più importanti paesi europei.

Sapranno costoro essere all’altezza della sfida che hanno di fronte?

Sapranno spiegare che il nostro futuro è o nello stare insieme o nel decadere?

Sapranno rispondere all’appello che Papa Francesco rivolgeva loro solo poche settimane fa in Vaticano dicendo:

“Che cosa ti è successo, Europa umanistica, paladina dei diritti dell’uomo, della democrazia e della libertà? Che cosa ti è successo, Europa terra di poeti, filosofi, artisti, musicisti, letterati? Che cosa ti è successo, Europa madre di popoli e nazioni, madre di grandi uomini e donne che hanno saputo difendere e dare la vita per la dignità dei loro fratelli?”

Forse l’unico aspetto “positivo” del risultato di questo referendum sta nell’aver riportato al centro del dibattito la questione Europa unita.

Staremo a vedere.

Noi, consci del nostro piccolo ruolo, intendiamo fare la nostra parte.

 

Arcangelo Boldrin
Presidente di FONDACO EUROPA

Mediterraneo: mare “mostrum”? incontro a San Donà

Mercoledì 15 giugno 2016 – Ore 20.30
Centro Culturale “Leonardo da Vinci” – Piazza Indipendenza, 13
SAN DONA’ DI PIAVE

MEDITERRANEO: MARE “MONSTRUM”?
COME GUERRE, TERRORISMO E MIGRAZIONI STANNO DESTABILIZZANDO L’UNIONE EUROPEA

Saluti
Andrea Cereser – Sindaco di San Donà di Piave
Francesca Zottis – Consigliere Regionale

Introduce
Nadia Chihab – Presidente Comitato Veneto Orientale per l’Immigrazione

Relaziona
Arcangelo Boldrin – Presidente di FONDACO EUROPA – Associazione culturale in Venezia

Conclude
Fatima Falhi – Mediatrice culturale